Acqua, farina, sale ed olio: altro che panini, questi ti ruberanno il cuore

Acqua, farina, sale ed olio: altro che panini, questi ti ruberanno senza dubbio il cuore. Ti basterà provare la ricetta di oggi per crederci!

La ricetta che stiamo per svelare quest’oggi fonda le sue radici nella cultura greca che vanta senza dubbio una lunga tradizione culinaria dai sapori molto simili ai nostri. Si tratta di una preparazione semplicissima che vi permetterà di realizzare dei panini diversi dal solito che vi ruberanno certamente il cuore e, perché no, anche la gola! Per farli vi bastano solo tre ingredienti principali: l’acqua, il sale e l’olio extravergine d’oliva. Siete curiosi di provare questa ricetta? Allora cominciamo subito!

Altro che i soliti panini: le origini della pita greca

altro che panini
Pita Gyros

I panini che andremo a preparare oggi si ispirano alla tradizione culinaria greca, in particolare alla cosiddetta pita. Vale a dire un pane lievitato basso e rotondo, tipico non solo della Grecia, ma in generale di tutto il Medio Oriente. Stando infatti alla tradizione, pare che questo pane sia nato circa 4 mila anni fa in Mesopotamia, dove si preparava un impasto dalla forma simile ad un disco appiattito con poca mollica, ma soprattutto con una tasca interna per le farciture. Questa preparazione, nel corso del tempo, ha preso piede in tutta la Grecia e successivamente si è diffusa anche nel resto del Mediterraneo sotto forme diverse. Basti pensare alla piadina, alla pizza, al pane arabo, al kebab o al Gyros.

LEGGI ANCHE: Pane raffermo, non gettatelo via: con questa ricetta otterrete deliziosi stuzzichini!

La ricetta

altro che panini
Come preparare la pita

Come anticipato, per preparare la pita greca vi basteranno solo pochissimi ingredienti:

  • farina di tipo 00;
  • farina di Manitoba;
  • acqua;
  • lievito di birra;
  • sale;
  • olio extravergine d’oliva.

Preparazione: fate sciogliere innanzitutto il lievito in un po’ d’acqua e aggiungete i due tipi di farina mischiati insieme. Mettete il sale e versate l’acqua gradualmente. Impastate fino ad ottenere un composto soffice ed omogeneo. Copritelo con la pellicola trasparente e lasciatelo riposare per circa un’ora. Non appena sarà lievitato, dividete l’impasto in palline più piccole. Infarinate il piano di lavoro e stendete ognuna di esse. Passate, poi, alla cottura: in questo caso potrete scegliere tra forno o padella. Se volete infornare il tutto mettete la temperatura a 250 gradi e aspettate solo 5 minuti. Se, invece, preferite la padella, prendetene una antiaderente e ungetela con un filo d’olio. Metteteci sopra uno dei vostri dischi di impasto e aspettate che si gonfi. Cambiate lato e il gioco è fatto!