Che buone le arachidi! Sai che puoi coltivarle anche a casa tua? È semplicissimo

Le arachidi sono sfiziose e saporite: sai che puoi coltivarle anche a casa tua? È semplicissimo, ti spiego come

Ne andiamo matti e a giusta ragione. Sono sfiziose e saporite da sgranocchiare, che si tratti di servirle insieme all’antipasto o durante un semplice aperitivo in compagnia. E poi sono versatili e si possono usare sia in versione dolce che salata: una vera prelibatezza! Che buone le arachidi! Sai che puoi coltivarle anche a casa tua? È semplicissimo.

arachidi coltivarle
arachidi come coltivarle (credits pixabay)

Proprio qualche giorno fa vi avevamo suggerito una ricetta sfiziosissima che vi ruberà solo una manciata di minuti e che non vi costerà davvero niente. Sì, proprio a base di arachidi: occorre solo una padella, che aspettate a provarla? Stuzzicante e gustosa, piacerà a tutta la famiglia!

Oggi, invece, andremo a vedere come si possono coltivare in casa: vi spiegheremo i passaggi passo passo, non temete, è semplicissimo!

Arachidi, puoi coltivarle in casa: come fare, è semplicissimo

Ovviamente avrete bisogno di un vaso capiente, ve ne consigliamo uno largo e profondo. Abbiate cura anche di sistemare la vostra pianta in una zona ben esposta al sole e soprattutto occhio in inverno: non dobbiamo mai lasciarle al freddo.

Andiamo a vedere, dunque, come si procedere per coltivare le arachidi in casa. Dal necessario al procedimento: sarete orgogliosi di voi stessi!

arachidi coltivare
come coltivare arachidi (credits pixabay)

La prima cosa di cui avete bisogno sono i semi. Vale a dire le arachidi che trovate una volta rotto il guscio. Attenzione: non eliminate la pellicola esterna, è fondamentale che resti incollata quando andiamo a sistemare i semi sotto terra. Regolatevi con una profondità di circa dieci o quindici centimetri nel terreno.

Tenendo le piantine al sole e alla giusta temperatura come prima cosa otterremo lo sbocciare di una sorta di fiori gialli. Questi cresceranno in altezza per poi andare a curvarsi e penetrare nel terreno. Da questo momento inizieranno a germogliare le arachidi vere e proprie. Per essere certi che sia il momento giusto di raccoglierle controllate i gusci che dovranno essere striati e le foglie, che devono sfumarsi di giallo. In totale dovrebbero occorrere circa quattro o cinque mesi.

Impostazioni privacy