Devi farlo ogni volta che friggi se non vuoi rovinare tutto: occhio a questo ‘delicato’ passaggio

Quando friggi delle patate o qualsiasi altra pietanza devi fare attenzione a questo passaggio altrimenti rischi di rovinare tutto

Patate, crocché di patate, arancini, calzoncini, pizze, tutto ciò che si può friggere è sinonimo di gioia e felicità. Sì, perché il fritto ha sempre un sapore buonissimo, unico, inimitabile. Certo, bisogna fare attenzione a dei particolari, a dei passaggi specifici.

Ed è proprio di questo che vi vogliamo parlare in questo articolo. Che vogliate friggere le patate o qualsiasi altra cosa, dovete assolutamente stare attenti a questi passaggi per evitare di mandare tutto all’aria. Non parliamo di tecniche da chef stellati, assolutamente, ma di semplici accorgimenti che possono fare la differenza nella cottura e soprattutto nella riuscita finale del piatto.

carta assorbente
Carta da cucina: usala sempre quando friggi

Quello che non devi mai dimenticare quando friggi qualcosa

PER TUTTI I TRUCCHI E CONSIGLI PIÙ UTILI IN CUCINA: CLICCA QUI

La frittura non è cosa proprio semplice. Insomma, come detto, bisogna fare attenzione ad alcuni passaggi altrimenti tutto si complica e si rischia di rovinare la pietanza. Ecco alcuni consigli utilissimi:

  • La temperatura dell’olio. Per la frittura, bisogna portarlo ad una temperatura compresa tra i 130 ed i 180 gradi, non di più. Usate un termostato, se ne trovano nei negozi per la casa e di oggettistica in generale, ma anche online. Se proprio non lo avete, potete utilizzare il vecchio rimedio della nonna che è funzionale ma sicuramente più ‘casareccio’: accendete la fiamma in modalità ‘lenta’ e lasciate che l’olio si riscaldi. Fate una prova con una patatina o qualsiasi altro ingrediente e in base alla reazione che vedrete vi regolerete.
  • Non lasciare che si bruci tutto. Anche dopo aver immerso le patate o qualsiasi altra pietanza nell’olio di frittura, non fare altro. Stai lì e guarda soprattutto il colore che assume il cibo.
  • Occhio alla farina ed al pan grattato. Sappi che quando friggi una cotoletta, nell’olio ci finiscono residui di farina e pan grattato che, continuando con la cottura, finiranno per bruciarsi. Diventeranno neri anche i più piccoli granelli e finiranno per sporcare l’olio. Per tale motivo, dopo una certa quantità di fritti, bisogna cambiarlo.
  • Prepara sempre una teglia con della carta assorbente. Se c’è una cosa che davvero non si può tollerare è il sapore di olio sulle pietanze. Il fritto è buonissimo, ma l’olio in eccesso dev’essere eliminato. Per cui, prima di servire qualsiasi cosa, lasciala in una teglia con della carta assorbente in modo che l’olio vada via.
Impostazioni privacy