Hai mai pensato di aprire un ristorante? Allora, devi assolutamente sapere questo

Must Try

Se stai pensando di aprire un ristorante, devi assolutamente sapere questo: ecco tutte le info necessarie prima di procedere.

Nonostante la crisi economica che da tempo, ormai, attanaglia l’Italia, e non solo, il settore alimentare, compreso quello della ristorazione, è sicuramente uno di quelli che continua a funzionare bene. Gli investimenti in questo ambito, infatti, non mancano, e sono tanti anche i giovani che provano ad aprire nuove attività, trovando anche idee originali e diverse da quello che già esiste in giro. Ma quanto costa realmente e quali son i requisiti necessari per aprire un ristorante? Di qualunque tipo o genere esso sia, ci sono sicuramente alcune informazioni che è importante sapere prima di procedere all’investimento. Se state pensando di fare un passo del genere, dunque, dovete assolutamente sapere queste cose: ecco tutti i dettagli.

Se stai pensando di aprire un ristorante, devi assolutamente sapere questo: ecco tutte le info necessarie

Se state pensando di aprire un ristorante di qualsiasi tipo o genere, è importante che sappiate quali sono tutti i requisiti e le certificazioni di cui avete bisogno e a quali costi andate incontro. L’investimento, infatti, non è da poco, e in molti casi può rivelarsi necessario chiedere un finanziamento. Ma andiamo con ordine e scopriamo tutto quello che c’è da sapere.

  • PER TUTTI I TRUCCHI E CONSIGLI PIU’ UTILI IN CUCINA: CLICCA QUI
Stai pensando aprire ristorante
Se stai pensando di aprire un ristorante, ecco tutto quello che devi sapere: solo così potrai procedere con l’investimento (Fonte foto: PIxabay)

I primi requisiti che vi servono per aprire un locale riguardano la persona: è necessario, infatti, che ad aprire il ristorante sia una persona maggiorenne, con un diploma di scuola superiore e competenze relative al commercio o l’ambito alimentare e con un’esperienza di almeno 2 anni, anche non continuativi, nel settore della ristorazione, anche solo come dipendente. E’ necessario, inoltre, avere il certificato del corso SAB, per il quale bisogna rivolgersi agli enti provinciali.

Ci sono, poi, tutte le certificazioni da ottenere. E’ necessario, infatti, che il locale abbia tutte le idoneità dal punto di vista edilizio, come una metratura idonea e la presenza di servizi igienici adatti anche a portatori di handicap. E’ indispensabile, inoltre, che ci siano i requisiti tecnici che riguardano la sicurezza l’idoneità sanitaria, oltre ai certificati HACCP.

Non è tutto, però, perché chi intende aprire un ristorante deve essere anche in possesso di una partita Iva e deve avere l’iscrizione all’Inps e all’Inail. Poi deve presentare la SCIA, ovvero la segnalazione certificata di inizio attività da presentare al comune e la Comunicazione Unica da inviare alla Camera di Commercio della provincia di riferimento. Ci vogliono, poi, licenza commerciale, iscrizione al CONAI, la Comunicazione all’agenzia delle dogane per la vendita di alcolici, i diritti SIAE per la diffusione della musica nel locale e infine l’autorizzazione del comune per l’esposizione dell’insegna.

Sono tantissimi, dunque, i requisiti e i certificati necessari, e tutti hanno chiaramente un costo. Tra le certificazioni e i vari investimenti relativi agli arredamenti, le attrezzature e tutte le cose che riguardano il locale, i costi di apertura possono superare i 100mila euro, ai quali poi vanno aggiunte le spese per il personale, le utenze, le stoviglie e le vettovaglie e le materie prime. Stiamo parlando, dunque, di un investimento non semplice e non immediato, che però, una volta avviatosi, può regalare davvero grandi guadagni e tantissime soddisfazioni.

Ultime ricette

More Recipes Like This