Come passi il pane a tavola? Non fare questo errore, è segno di ‘disprezzo’ verso gli altri

Must Try

Condividere un pasto non significa solo buon cibo, ma anche un modo di trascorrere tempo di qualità con le persone a noi care: come passi il pane a tavola? Non fare questo errore, è segno di ‘disprezzo’ verso gli altri.

Stare a tavola in compagnia non significa condividere con gli altri solo del buon cibo, ma anche spendere del tempo di qualità insieme alle persone a cui teniamo. Spesso non ne abbiamo occasione, per questo il periodo festivo è tanto amato e atteso. Tradizioni e usanze ci accompagnano sempre, così come alcune regole basilari del Galateo che abbiamo imparato fin da bambini. C’è però un dettaglio che potrebbe esserti sfuggito. Come passi il pane a tavola? Non fare questo errore, è segno di ‘disprezzo’ verso gli altri. Molti non lo sanno o non lo immaginano, vediamo insieme di che si tratta.

pane tavola
Occhio a come passi il pane a tavola: il gesto che non dovremmo mai fare (fonte pixabey)

Leggi anche: Sai come non fare brutte figure a tavola? Uva, ciliegie, olive e alimenti con il nocciolo, cosa prevede il Galateo

Il gesto da non fare mai: attento a come passi il pane a tavola

Ovviamente, nessuno di noi segue alla lettera tutte le regole del Galateo. Il bello di stare a nostro agio in famiglia è proprio quello di potersi permettere un certo grado di informalità. Eppure, alcune accortezze andrebbero sempre tenute a mente, per evitare di offendere le persone a cui teniamo. In particolare, c’è un dettaglio che riguarda il pane che non dovremmo trascurare.

pane
Può sembrare un gesto di disprezzo, fai attenzione (fonte pixabey)

Ebbene, tenere il pane capovolto a tavola o passarlo a qualcuno a testa in giù è un bruttissimo gesto, secondo le credenze antiche. Perché? Ci sono due tesi a riguardo. La prima, religiosa, individua nel pane il rimando al corpo di Gesù, che per questo motivo non andrebbe “oltraggiato”. Un’altra corrente di pensiero, invece, fa risalire il tutto al medioevo. All’epoca, i condannati a morte venivano uccisi dal boia. Non potendosi ribellare pubblicamente, il popolo aveva pensato ad una sorta di “vendetta” simbolica.

Leggi anche: Galateo a tavola: come posizionare le posate al ristorante, tutto quello che c’è da sapere

Servire ai boia pane di bassa qualità. Così, i sovrani emanarono un editto che stabiliva che tutti i cittadini dovessero essere trattati allo stesso modo, per impedire che accadesse. Chi non rispettava la legge, diventava egli stesso un condannato a morte. I fornai e i panettieri, a questo punto, dovettero cedere, ma in segno di disprezzo servivano ai boia il pane capovolto. Da qui, la connotazione negativa di questo gesto. Lo avresti mai immaginato?

Ultime ricette

More Recipes Like This