Fave non solo crude, ecco come prepararle: tutte le migliori tecniche di cottura

Fave non solo crude, ecco come prepararle: tutte le migliori tecniche di cottura per esaltare al massimo il sapore. Davvero favolose!

Generalmente le fave si portano in tavola crude servite insieme a salumi e formaggi. Tuttavia, questo non è l’unico modo per sorprendere tutti con un prodotto di stagione buono e genuino.

fave cottura
Fave fresche. Credits: Adobe

Alle volte, infatti, si aggiungono alla pasta oppure si usano per preparare una deliziosa zuppa. Ad ogni modo, per non lasciare nulla al caso, quest’oggi vogliamo proprio svelarti tutte le migliori tecniche di cottura. Così facendo, le fave per te non avranno più alcun segreto!

Come pulirle

Prima di entrare nel merito del nostro articolo e scoprire come cucinare le fave per esaltarne al meglio il sapore, facciamo un passo indietro e vediamo come pulirle. Innanzitutto, quando acquisti le fave fresche fai sempre attenzione che il baccello sia bello lucido, brillante e duro. Altrimenti significa che il prodotto non è di prima qualità. Successivamente, occupati della loro pulizia. Dividi il baccello a metà, aprendolo del tutto e facendo fuori uscire i semi, scorrendo il pollice lungo il baccello stesso. Rimuovi, quindi, l’escrescenza che ricopre il seme della fava e consumale direttamente crude oppure cotte all’interno di qualche squisita ricetta. 

Fave non solo crude: ecco tutte le migliori tecniche di cottura

Ma torniamo ora alla questione centrale del nostro articolo. Per non servire sempre e soltanto delle semplici fave crude con salumi e formaggi è anche possibile dedicarsi a diverse tecniche di cottura.

fave cottura
Pasta con le fave. Credits: Adobe

Vediamo le principali:

  • bollite: una volta pulite, falle bollire in acqua salata per circa 15 minuti, elimina la pelle e servile in una ciotola con delle erbe aromatiche tritate. Oppure puoi anche passarle successivamente in padella;
  • in padella: in alternativa, le fave si possono cuocere anche direttamente in padella con cipolla, aglio ed un po’ di brodo vegetale da aggiungere un po’ alla volta;
  • al forno: per preparare uno snack sfiziosissimo puoi anche mettere in ammollo delle fave secche per una notte e poi cuocerle in forno a 200 gradi per circa 40-45 minuti;
  • fritte: che ne dici, infine, di fare delle deliziose fave fritte? Il procedimento è uguale a quello delle fave al forno, ma una volta ammollate ed asciugate bisognerà friggerle in abbondante olio di semi.

Che cosa ne pensi?