Hai mai preparato la Crostata Arlecchino? No, niente confetture: versione golosissima!

La Crostata Arlecchino è un dolce delizioso e coloratissimo perfetto a Carnevale: niente confetture, prova questa versione golosissima

Ammettiamolo, tra tutti i dolci che ci fanno perdere la testa la crostata è uno dei nostri preferiti. Sarà per la sua semplicità di preparazione, per il fatto che possiamo farcirla come vogliamo, in ogni caso non ce la facciamo mai mancare. Hai mai provato quella Arlecchino di Carnevale? Niente confetture, noi la prepariamo così, golosissima!

crostata arlecchino ricetta
Prepara la crostata Arlecchino per carnevale: versione golosissima (ricette.eu)

La ricetta “classica”, come molti sapranno, prevede di usare diversi tipi di confetture proprio per ottenere quell’effetto colorato che fa impazzire grandi e piccini. Noi però vogliamo proporvene una versione altrettanto colorata e golosa che sicuramente vi farà perdere la testa.

Come si prepara la crostata Arlecchino: la ricetta golosissima senza confetture

Se state cercando altre varianti particolari dei classici dolci di questo periodo non vi deluderemo di certo: avete già provato il sanguinaccio bianco? Una volta assaggiato non potrete più farne a meno!

Mettiamoci al lavoro per la nostra crostata:

  • 1 panetto di pasta frolla (qui la nostra ricetta semplicissima);
  • crema alla nocciola;
  • crema al pistacchio;
  • burro quanto basta;
  • crema al cioccolato fondente;
  • crema al cioccolato bianco.

Vi assicuriamo che si tratta di un procedimento molto semplice sebbene possa sembrare il contrario. Una volta preparata la frolla, se decidete di usare quella fatta in casa e non quella pronta, aspettate che riposi almeno mezz’ora in frigo.

crema crostata arlecchino
Crostata arlecchino: la versione a pistacchio, cioccolato e nocciola (ricette.eu)

Procedete poi a stenderla con un matterello fino ad ottenere uno spessore di mezzo centimetro. Imburrate con cura il fondo e i bordi di uno stampo per crostate e adagiate la pasta frolla all’interno, modellando con cura. Usate gli avanzi per ritagliare le strisce tipiche della crostata.

Iniziamo ora a farcire. Usando una siringa per dolci o una sac a poche immaginate di dividere la crostata in quattro triangoli, come un fosse un orologio. Andate a riempire il primo triangolo con la crema alla nocciola, avendo cura di non uscire dal bordo immaginario. Mettete nel congelatore per cinque minuti, in questo modo la crema si rassoderà e non si sposterà. Passate al secondo triangolo, stavolta con la crema al pistacchio. Di nuovo congelatore e poi crema bianca. Procedete in questo modo fino a riempire tutta la crostata.

Dopo un’ultima sosta nel congelatore adagiate le strisce come preferite. Vi accorgerete che avrete ottenuto una sorta di scacchiera di tanti colori diversi. Portate a cuocere in forno a 180 gradi per circa 15 minuti, il tempo di cuocere per bene la frolla. Vi consigliamo di coprire la crostata per i primi dieci minuti con della carta stagnola, eviterete che le creme brucino. Una volta cotta lasciamo raffreddare del tutto e siamo pronti all’assaggio: favolosa!