Spaghetti alla saponara come li fanno a Napoli: così buoni non li hai mai mangiati

Spaghetti alla saponara come li fanno a Napoli: così buoni non li hai mai mangiati. La ricetta tradizionale spiegata passo dopo passo.

Se stasera non sai proprio che cosa cucinare sei capitato nel posto giusto. Sì, perché sto per mostrarti una ricetta davvero gustosissima che affonda le proprie origini nella tradizione gastronomica napoletana. Hai già capito di che cosa stiamo parlando?

spaghetti alla saponara
Spaghetti alla saponara. Credits: Adobe

Ebbene sì, degli spaghetti alla saponara. Una ricetta amatissima anche dal grande Eduardo De Filippo. Cosa aspetti a provarli? Di sicuro così buoni non li hai mai mangiati!

Spaghetti alla saponara come li fanno a Napoli: la ricetta originale

Hai mai sentito parlare degli spaghetti alla saponara? Si tratta di una ricetta molto apprezzata e che affonda le proprie origini nella tradizione campana e nei racconti di Eduardo De Filippo. Fu proprio lui, infatti, a dare alla ricetta questo nome così bizzarro, ispirandosi al suo amico Don Salvatore Navarra, soprannominato appunto ‘saponaro’ per via della sua abilità nell’arte di arrangiarsi. Egli infatti era molto bravo a preparare in un batti baleno questo piatto. Ma vediamo ora che cosa ti servirà per farlo con le tue mani:

  • 320 grammi di spaghetti;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 180 grammi di olive di Gaeta;
  • 60 grammi di capperi sotto sale;
  • 3.4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva;
  • pangrattato.

Preparazione

Come abbiamo detto, gli spaghetti alla saponara sono un piatto gustoso e facile da portare in tavola, ma al tempo stesso anche molto sfizioso. Per prima cosa, metti a bollire la pentola per la pasta. Dopodiché, fai soffriggere in una padella antiaderente uno spicchio d’aglio con l’olio extravergine d’oliva ed aggiungi poi anche i capperi dissalati e le olive di Gaeta. Fai andare il tutto per qualche minuto e, successivamente, togli l’aglio e spegni il fuoco.

spaghetti alla saponara
Cuoci gli spaghetti al dente. Credits: Pixabay

Quando gli spaghetti saranno ancora al dente scolali e trasferiscili in padella e fai andare a fiamma vivace, mescolando bene tutti gli ingredienti. Togli, infine, dal fuoco ed unisci il pangrattato ed ancora un filo d’olio extravergine d’oliva. A questo punto, non ti resterà che mettere la pasta in una pirofila ed infornare per circa mezz’ora. Trascorso il tempo necessario, i tuoi spaghetti alla saponara saranno pronti da gustare. Davvero da leccarsi i baffi!